Links

Cerca
Statistiche
» Home » Portlet » Faq - Generiche  
Faq - Generiche

1. Marito e figli conviventi; affittuario dell'appartamento,

Se l'abitazione è intestata alla moglie, priva di altri redditi, possono il marito (o il figlio convivente) sostenere le spese di ristrutturazione e usufruire della detrazione del 36%?

Possono, perchè la detrazione spetta anche a chi non ha la proprietà ma la semplice detenzione dell'immobile. Può quindi usufruire della detrazione anche il semplice affittuario e chi (come il marito o il figlio convivente) detiene l'appartamento a seguito della coabitazione.

Nel caso dell'affittuario, la condizione di detentore deve risultare da un contratto di affitto regolarmente registrato (e gli estremi della registrazione vanno indicati nell'apposita casella del modello di comunicazione). Nel caso del marito, o del figlio convivente, non c'è bisogno di alcun atto che formalizzi la condizione di detentore dell'immobile.

 

2. Ristrutturazione cantina o posto macchina

? possibile ristrutturare la cantina o il posto macchina senza effettuare lavori nell'abitazione?

Si, è possibile, se si tratta di cantina o posto macchina che sono pertinenze di un'abitazione.

 

3. Materiale per la sicurezza

E' agevolato l'acquisto di materiale elettrico per la sicurezza (rilevatori di gas, antifurti)?

S?, purchè sia certificata la conformità alle normative tecniche applicabili.

 

4. Comproprietà, bonifico bancario

Nell'ipotesi di compropriet? ? possibile effettuare il pagamento con un unico bonifico bancario?

S?, purchè su questo vengano indicati tutti i comproprietari.

 

5. Lavori eseguiti da comproprietari

Come opera il limite dei 150 milioni nell'ipotesi di un appartamento in compropriet? tra due fratelli rispettivamente proprietari del 90% e del 10% del fabbricato?

l limite è di 150 milioni per ciascuno dei fratelli, indipendentemente dalla quota di proprietà.

 

6. A chi spetta la comunicazione all 'Asl

La comunicazione all'Asl deve essere fatta dal committente i lavori o dall'impresa esecutrice degli stessi?

E' indifferente, se non è previsto uno specifico obbligo di legge.

 

7. Compromesso

In presenza di un contratto preliminare di vendita il promissario acquirente pu? detrarre i costi per i lavori di manutenzione straordinaria prima del rogito?

S?, se è stato regolarmente immesso nel possesso e se esegue, a proprio carico, le spese per gli interventi agevolabili.

 

8. Amministratore inadempiente

Qualora l'amministratore non effettui regolarmente i pagamenti all'impresa appaltatrice dei lavori condominiali i singoli condomini che hanno versato le quote dei lavori all'amministratore possono portarle in detrazione?

No, quelli che valgono sono i versamenti fatti tramite bonifico dall'amministratore alla ditta.

 

9. Pagamenti pre-regolamento

I pagamenti effettuati prima della data di entrata in vigore del regolamento di attuazione dovevano avvenire anch'essi necessariamente con bonifico bancario?

No.

 

10. Lavori effettuati direttamente dal proprietario

Nell'ipotesi di lavori effettuati in economia dal proprietario dell'abitazione l'agevolazione si applica?

Si, limitatamente all'acquisto dei materiali utilizzati per l'intervento e comunque alle spese effettivamente sostenute.

 

11. Acquisto di fabbricato in via di ristrutturazione

Nell'ipotesi di acquisto di un fabbricato in corso di ristrutturazione è possibile fruire delle agevolazioni per i lavori di ultimazione della ristrutturazione?

Si, purchè vi sia un compromesso registrato presso l'Ufficio del registro competente. Il beneficio della detrazione è applicabile, ovviamente, ai soli costi delle opere di recupero agevolabili e documentabili .

 

12. Lavoratore tassato interamente alla fonte

Un lavoratore dipendente che paga l'Irpef con le ritenute effettuate dal datore di lavoro sul salario in che modo può recuperare l'importo detraibile per i lavori?

Presentando la dichiarazione dei redditi (preferibilmente il 730).

 

13. Incendio

A seguito di incendio sono andati distrutti completamente il tetto-mansarda e il sottostante appartamento. E' possibile, per coprire parzialmente le spese, rientrare nella detrazione fiscale del 36%, sia per le parti comuni che per l'appartamento?

S?, è possibile.

 

14. Usufrutto e nuda proprietà

Sono usufruttuaria di uno stabile, la cui nuda proprietà appartiene ad una s.a.s. A chi spetta la riduzione dell'Irpef per gli interventi ammessi?

La detrazione del 36% spetta a chi sostiene le spese, purchè gli immobili sui quali sono effettuati i lavori non siano strumentali all'esercizio dell'impresa e a condizione che siano posti in essere gli adempimenti richiesti.

 

15. Lavori sulle parti condominiali

I lavori che vengono effettuati solo su parti condominiali (intendendo per tali le parti comuni del fabbricato) possono usufruire della detrazione Irpef?

Si.

 

16. Cancello automatico

Rientrano nell'agevolazione anche le spese per l'impianto di automazione del cancello?

Si.

 

17. Cancellata nel condominio

Le spese per l'installazione di una cancellata in un condominio sono detraibili?

Si.

 

18. Realizzazione di nuovi edifici

La realizzazione di nuovi edifici abitativi rientra nell'agevolazione se effettuata nell'ambito di un intervento di ristrutturazione urbanistica?

No.

 

19. Lavori di completamento

Sono agevolati anche i lavori di completamento di un fabbricato acquistato al grezzo?

No, in quanto si tratta del completamento di una nuova costruzione.

 

20. Pluriproprietario

Nell'ipotesi di un proprietario di tre diverse unità immobiliari facenti parte di un unico condominio è necessario trasmettere all'Ufficio delle imposte un modello per ciascun appartamento?

Si, per gli interventi effettuati sulle singole unità immobiliari.

 

21. Pagamento tardivo dell 'Ici

La detraibilit? delle spese compete anche nell'ipotesi di tardivo pagamento dell'Ici?

Si.

 

22. Ampliamento del fabbricato rurale

E' possibile fruire di benefici fiscali per interventi di ampliamento di un fabbricato rurale?

Non è possibile.

 

23. Iva sui materiali venduti

L'aliquota Iva ridotta si applica anche per i materiali acquistati direttamente per i lavori di ristrutturazione?

No, la cessione di beni è esclusa. L'agevolazione si applica limitatamente alla prestazione di servizi, come incentivo per l'occupazione, e alla fornitura di beni e materie prime impiegati nell'ambito dell'intervento.

 

24. Iva ridotta per l'autorimessa

L'Iva agevolata spetta anche per la sola manutenzione dell'autorimessa?

S?, se questa è pertinenza di una unit? immobiliare a destinazione abitativa.

 

25. Beni significativi

Si ha diritto all'Iva ridotta, se il valore dei beni "significativi" supera la metà di quello complessivo?

S?, in questo modo: occorre scorporare il costo della manodopera (es. 3 milioni di lire) - che comunque ? al 10% di Iva - dall'importo complessivo dell'intervento (es. L. 8 milioni): la differenza è il costo del bene "significativo" (es. L. 5 milioni). Quindi sulla differenza fra il valore del bene "significativo" e quello della manodopera  (L.2 milioni) si applica l'Iva ordinaria al 20%; tutto il resto (L. 3 milioni), gode dell'agevolazione.

 

26. Beni significativi

L'agevolazione Iva si applica all'intera fattura, se il valore dei beni "significativi" non supera la met? dell'importo complessivo, o ne è inferiore?

S?, perchè detratto dal valore complessivo (es. L. 8 milioni) il costo della manodopera (es. L. 4 milioni) la differenza fra il valore del bene "significativo" (es. L. 4 milioni) e quello della manodopera risulta uguale o inferiore a zero e l'aliquota ordinaria al 20% è ininfluente.

 

27. Lavori iniziati nel 1999

Si può fruire dell'Iva ridotta per i lavori eseguiti sul finire del 1999 e per i quali non è ancora stata emessa la fattura?

Si. La norma prevede l'applicazione dell'Iva agevolata per gli interventi fatturati entro il 31 dicembre 2000, a prescindere che siano iniziati prima del 1? gennaio 2000.

 

28. Adempimenti per l'Iva agevolata

Quali adempimenti occorre eseguire per fruire dell'aliquota Iva agevolata?

Nessuno. Si avvalgono del beneficio coloro che ritengono di averne i requisiti. Resta inteso che l'Amministrazione finanziaria si riserva di svolgere i controlli necessari.

 

29. Iva e interventi di restauro

L'Iva agevolata si applica anche per gli interventi di restauro e risanamento conservativo?

Sì, ma questo già avveniva in virtù delle vigenti disposizioni di maggior favore.

 

30. Impianto elettrico condominiale

Si pu? fruire dell'Iva agevolata per gli interventi all'impianto elettrico condominiale?

Sì, purchè l'edificio sia a prevalente destinazione abitativa privata.

 

31. Acconti versati nel 1999 e lavori terminati nel 2000

In presenza di una comunicazione di inizio lavori inviata nel corso del 1999 e di acconti versati tramite bonifico bancario nel corso dello stesso anno, si pu? fruire della detrazione per il 2000 o è necessario inviare una nuova comunicazione?

Non è necessario inviare una nuova comunicazione nelle ipotesi di lavori e/o di pagamenti a cavallo di due anni. Resta inteso, tuttavia, che ai fini del calcolo della detrazione le spese devono essere imputate secondo il criterio di cassa.

 

Area Riservata
Pubblicita'
 
EMAIL: collegiopescara@virgilio.it - PEC: collegio.pescara@geopec.it
  All Right Reserved Collegio Geometri Pescara